O’Ney, sombrero e torcida

pele_campeon_del_mundo

Oplà…..Palla sulla testa di Gustavsson e collo al volo nell’angolo basso. Svensson impotente e battuto. Svaniscono i fantasmi del Maracanazo, riemersi dopo il gol del barone Liedholm : Schiaffino, Ghiggia e Varela. Palla sotto braccio raccolta dalla porta, su Obdulio una pioggia di fischi mentre cammina fiero verso il dischetto di centrocampo. Dopo anni scompare la paura.

best pele_brasile_svezia_mondiali_1958_ap

 È appena nata la leggenda di O’ Rey, sombrero ed ascesa per una gloria senza tempo.

sembrero 1 pele sombrero pele

Il primo di giocatori atleticamente superiori insieme all’ultimo dei calciatori romantici : Pelè, il più forte di sempre; Garrincha, il più amato dal popolo. Ecco come si gioca in paradiso. Saudade, passione, splendori e miserie. Il Brasile incorona il suo re e la torcida riprende la samba. Dal Rasunda di Stoccolma ’58 all’Azteca di Mexico ’70: tre volte Brazil, tre volte Rimet , tre volte Pelè. E la torcida danza, febbricitante di allegria. Danza sulla dittatura, sulla miseria, sulla poesia del futebol bailado, sul genio e sul talento dei grandi protagonisti verde-oro. Danza senza freni al ritmo di O’ Rey, portato in trionfo sotto l’ombra di un epico sombrero messicano.

best sombrero Pelé Mexico'70

dualismi_garrincha_pele_getty

Da allora il Brasile ricerca un erede al trono per la leggendaria 10, “la maglia”. Sontuosa fu l’era del Galinho, Arthur Antunes Coimbra detto Zico, il Pelé bianco.

zico best 5

Genio e caparbietà a dispetto di una statura proibitiva ed oltre la diffidenza di chi dubitava di quel fisico minuto. Ha regnato e incantato una generazione carioca disegnando poesia “a foglia morta” senza mai raggiungere, col suo Brazil lacrime e classe, la gloria immortale di O’ Rey.

zico1982_576x324

È stata la volta di nuovi fuoriclasse: Romario prima, Ronaldo poi. Il Maradona dell’area di rigore ed il “Fenomeno”dalla potenza di fuoco disarmante. Grandi, grandissimi ma specialisti e troppo numeri nove” per succedere al dieci più completo di ogni tempo. Tra i due anche Rivaldo, sebbene molto indietro.Prematura la dipartita calcistica di Dinho, immenso per il volgere di poche stagioni soltanto. Talento sciorinato a fiumi e poi disperso tra gli affluenti eccessi.

Ronaldinho

Per smania di trovar degno erede perfino il regale Pelé, rapito dall’arte della “bicicleta” di Robinho, azzarda paragoni frettolosi. Davanti all’Argentina ed al suo nuovo Messia c’è da capirla l’angoscia brasiliana ……..

Quando vano sembra ogni sforzo, dalle infinite risorse dell’America Latina ecco fuoriuscire una luccicante nuova speranza, tutto finte e contro finte, scatti, tecnica inverosimile. Numeri su numeri ad ogni partita infiammano la torcida. Ancora gracile, al suo primo anno in Europa vivacchia sottotraccia.

Neymar 2014 Fifa World Cup_2

Progressivamente il Barcellona impara a lavorare quel diamante grezzo e dopo una stagione il “taglio” è già cristallino. Segnali di personalità, irriverenza, felicità calcistica durante il mondiale brasiliano. Quindi una seconda stagione esplosiva in blaugrana. Mondato del superfluo grazie alle sapienti mani catalane, mette su massa corporea senza intaccare l’elasticità. Finalmente giocate efficaci degne della dieci. Si candida ad essere il fuoriclasse del prossimo decennio, al Barca, accanto a quel Messi che nel frattempo, dopo “le due paroline” di Xavi, ha ripreso a giocar come Diego comanda: “ o vuoi che CR7 vinca i prossimi cinque Palloni d’oro??!”. O forse che li vinca Neymar, vien da pensare.

neymar

Pelé sembra aver trovato l’ erede. Fortificato e pronto per reggere l’urto europeo, laddove il calcio nasconde i suoi spazi. Rapidità supersonica, controllo “no limits” e naturalmente sombreri. E’ l’arte di O’ Rey…..pardon…ONey….

Da Rio a San Paolo, nelle grandi metropoli o in piccoli villaggi, tutto il Brasile si unisce in torcida al  primordiale ritmo di samba, mentre radiocronisti in delirio “ululano” all’impazzata…….goooooooooooooooolll……………….go-go-go-go-goooooooooooooooooooooooooooool…….…

facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Nessun Commento

Comments Closed