Liverpool Archivio

IL TALENTO DI EDUARDO MACIA – Parte II : “Reds”

Liverpool finale Coppa dei Campioni 1984

 

Le ginocchia  tremanti di Grobbelaar  ipnotizzarono Bruno Conti e Ciccio Graziani. Così conobbi il Liverpool una sera d’estate del 1984: fu amore.

Strada facendo,  testa   nelle nuvole, dal finestrino semi- chiuso  lieve un soffio di vento accompagna  le note di una vecchia canzone, riportandomi  indietro nel tempo.

Bruce il matto danza sulla linea di porta, milioni di occhi puntati su di lui  mentre l’ultimo rigorista sistema la palla sul dischetto ad  11  metri dalla gloria o  dalla disfatta. La palla scheggia la parte superiore della traversa e vola  via alta, verso un destino ignoto.

 

IL TALENTO DI EDUARDO MACIA – Parte I : “You’ll Never Walk Alone”

Anfield - Shangly gate

 

“You’ll never walk alone” campeggia all’ingresso di Anfield Road, sotto lo Shankly Gates.

Una scritta che genera appartenenza.

Il fenomeno ha origine alla fine del XIX secolo allorquando nascono i primi club di calcio che attecchiscono principalmente nei nuovi centri  industrializzati, dove  comunità di lavoratori giunti dalle limitrofe campagne necessitano  adesso di  solide radici.

Dalla fine degli anni ‘50 il fenomeno di migrazione inizia a crescere in maniera esponenziale e le popolazioni riversatesi  nelle città oggetto di sviluppo industriale cercano e trovano nel calcio opportunità di aggregazione e, al contempo, occasione di riscatto sociale.